Un raggio di sole per Simone

Aggiornamento del 23 gennaio 2020: Abbiamo raggiunto l’obiettivo! Non servono più donazioni. Siete stati magnifici. A breve pubblicherò novità e doverosi ringraziamenti. Intanto mamma Sara sta prendendo accordi per trasferirsi nella nuova casa. Dire che è commossa è dire poco: si sente investita dal vostro affetto. Finalmente non si sente più sola. Grazie di cuore a tutti voi. 


Quante volte, durante un breve tragitto, un raggio di sole vi ha accecato gli occhi e allietato la giornata? Un tepore inaspettato quanto rasserenante. La vita che ci bacia. Quel raggio di sole potrebbe cadere anche sugli occhi, che non vedono, di Simone. Vi ricordate la storia di Sara, la mamma senza sonno? A Natale di tre anni fa organizzammo una raccolta fondi ed un week end di Nordic Walking dedicato a loro, insieme al grande Fabio Moretti e ad Alessandra Cazzola.

Simone adesso ha 24 anni, una disabilità gravissima, che lo costringe a letto da sempre. La sua situazione è peggiorata e ha bisogno di ricoveri continui. Mamma Sara è sempre sola, senza lavoro e senza sonno per occuparsi di lui 24 ore al giorno e con pochi aiuti. Ma non ha mai smesso di combattere.

Dopo tante battaglie è riuscita a trovare un alloggio al piano terra, per fare in modo che Simone possa entrare ed uscire da casa con una barella dell’ambulanza per sottoporsi ai necessari ricoveri. Simone non può, infatti, essere trasportato con ventilatore e alimentazione artificiale per sette piani con la barella. Per poter andare nella nuova casa al pian terreno (di proprietà dell’Ater), mamma Sara deve saldare velocemente un debito con il Comune di Roma (5584 euro entro fine gennaio), che le ha fornito l’uso dell’abitazione popolare in cui hanno vissuto finora. Il debito era stato rateizzato in dieci anni: è molto alto per Sara, che vive di aiuti. Anche la Caritas si sta muovendo per trovare dei fondi. E la Scuola Italiana di Nordic Walking, sempre sensibile ai temi sociali, organizzerà un intero week end dedicato a questa situazione, il 25 e 26 gennaio prossimi. Aiutiamo anche noi a far posare un raggio di sole sul viso di Simone? E’ possibile fare un versamento tramite Iban all’Associazione Oltre lo sguardo Onlus (che si occupa del dopo di noi), specificando nella causale “La casa per Simone”, Banca Fineco IBAN IT67J0301503200000004119981 Conto Corrente 4119981.

11 thoughts on “Un raggio di sole per Simone

  1. Ma una letterina alla Raggi di estinguere il debito è dare subito esecuzione al cambio alloggio per i gravi problemi che affliggono questa famiglia?

  2. Se potrei lo farei con tutto il cuore
    Mi rivolgo al Sindaco
    Sign Sindaco tolga questo debito a questa mamma le dia un podi respiro trovate il modo di aiutarla
    Volere potere❤

  3. Sono la mamma di una ragazza disabile di 40anni, il mio cuore e la mia mente sono con la mamma di Simone.
    È un onore e un dovere contribuire affinchè possa risolvere “almeno” il problema abitativo.

  4. Potrei facilmente contribuire,sono tutore e genitore di una ragazza disabile gravissima,ma sarebbe ignobile rendendosi in tal modo complici del Comune di Roma non pretendendo,non solo l’estinzione del debito,ma il sostegno economico che spetta PER LEGGE a questa ragazza (assistenza domiciliare indiretta).

  5. Sara la mamma di Simone è una guerriera! Mi auguro che arrivi all’obiettivo e che possano raggiungere un pizzico di serenità!

  6. Io ho fatto il versamento, così come una cara persona che conosco, Laura Ercole, anche se l’obiettivo è stato raggiunto. Penso potranno servire lo stesso anche se non è una cifra significativa. Ho versato ciò che potevo dare in questo momento.

    1. Grazie Eugenio, siete gentilissimi. i soldi in più saranno destinati al trasloco. Trasportare Simone, peraltro, non sarà facilissimo. Vi manderò notizie, foto e spero anche video.

  7. Buongiorno Isabella, la sua foto insieme a Simone mi è entrata nel cuore. Le auguro tanta forza perché di Amore ne ha da vendere e si vede. Un abbraccio grande e ci tenga informati.

    1. Salve, la foto ritrae Sara e Simone. Io mi sono solo fatta portavoce dei loro bisogni. Può leggere l’ultimo articolo scritto con l’evoluzione attuale della situazione. Ci segua e la terremo informata!

Rispondi a Eugenio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *